eventi regolarità

Main Sponsor

regolarità: una passione intramontabile

Oggi la regolarità per autostoriche rappresenta una specialità in espansione. E a Varese la scelta è in linea con la storia: valorizzare le auto dal 1900 al 1970 con presenze di rilievo fino al 1976 e un'appendice "modern" fino al 1996, oltre alle "instant classic".

Se prima e dopo la seconda Guerra Mondiale, in Italia si svilupparono decine e decine di gare di velocità stradale (circuiti cittadini, cronoscalate, ecc), esse poi, dagli anni Sessanta-Settanta, presero due strade differenti: molte di loro divennero Rally ed altre divennero classiche rievocative di Regolarità. Ad ottimizzarne l’effettuazione in chiave regolaristica, più pacata e più consona ai tempi ed all’evoluzione della mobilità, furono due fattori: i limiti di sicurezza e l’esigenza di limitare rischi a beneficio sia degli equipaggi in gara sia degli spettatori lungo il percorso e il grande peso che assunse il fenomeno culturale della conservazione del patrimonio storico motoristico e valorizzazione dell'automobile originale certificata ASI.

Esempio lampante è stata la Varese-Campo dei Fiori, cronoscalata di velocità per auto storiche preceduta nelle prime edizioni degli anni Trenta dalla “passerella-aperitivo” denominata Coppa dei Tre Laghi. Essa si effettuò per dieci edizioni, dal 1931 al 1960. Poi sia la limitazione del calibro stradale sia la velocità in continua elevazione consigliarono gli organizzatori di ACI Varese di fermarne l’effettuazione velocistica.

Dall’inizio degli anni Novanta anche a Varese si verificò quanto avvenne a Brescia per la Mille Miglia, a Palermo per la Targa Florio, sulle Dolomiti per la Coppa d’Oro o a Sanremo per la Coppa dei Fiori e la Milano-Sanremo, ecc. Le grandi classiche di velocità d’un tempo oggi sono onorate con altrettanti eventi di regolarità al centesimo di secondo, velocità media contenuta e precisione nel superare le prove cronometrate e i controlli orario, affrontando trasferte con l'impegno agonistico di scuderie agguerrite e squadre corsa.

Oggi la specialità sportiva della regolarità per auto storiche rappresenta una branca dell’automobilismo in piena vitalità ed espansione, un settore che valorizza la sintonia degli equipaggi tra pilota e navigatore con splendide dimostrazioni di cimento sportivo ed uno spunto prezioso dal punto di vista culturale per valorizzare il territorio e le automobili come testimoni del tempo e messaggeri dell’arte del restauro e del collezionismo, nel rispetto dell’originalità dei mezzi. Tutti valori alla base del successo delle ultime edizioni della Coppa dei Tre Laghi e Varese Campo dei Fiori che, nell'edizione 2015, ha ottenuto il premio-qualità, Manovella d'Oro ASI.

Per festeggiare il prestigioso riconoscimento, il club VAMS, federato ASI dal 2007, ha operato scelte significative: ha aperto la partecipazione alle auto d'epoca dalle origini fino al 1970. Gli organizzatori esaminano anche richieste di autostoriche dal 1971 al 1976 di interesse storico-sportivo. Confermata l'apertura alle storiche fino al 1996 che, fuori da logiche competitive, parteciperanno alla sezione turistica lungo i 230 km di un magnifico percorso tra valli e laghi dell'Insubria. Ammesse anche le vetture "Instant classic" dal 1997 ad oggi, purché di particolare interesse tecnologico o stilistico.

Confermato il match race nel cuore di Varese nella serata di sabato 25 giugno, consueto duello sul filo dei centesimi tra due ali di folla. Appuntamento confermato anche per l'arrivo e premiazioni nel parco di Villa Ponti a Varese Biumo, con pause - degustazioni a Cadrezzate in riva al lago di Monate e al Centro Commerciale Belforte; inedita la passerella nel centro storico di Gavirate.

Tra le novità di rilievo il divertente Match Race nel cuore di Busto Arsizio, giovedì 16 giugno 2016: nel suggestivo clima serale di Busto Estate, grazie all'accoglienza del Comune di Busto e dello sponsor Paglini Renault Store, si terrà una gara ad eliminazione che allenerà gli equipaggi in vista della sfida di Varese, di scena nove giorni dopo.